Simone Villanova:”Felice di questa scelta. Cisterna deve tornare a vivere”

Classe 1980, diplomato al Liceo Scientifico. Sposato e papà di due bambini. Operaio specializzato della società Acqualatina. Membro del Comitato Genitori del Quartiere San Valentino.

 

Da quando sei attivista politico?

E’ la prima volta che mi metto in gioco. Non sono mai stato attivista ma in famiglia mio padre, Bruno Villanova, è stato candidato Sindaco, vice Sindaco, Consigliere di Sinistra. Ho respirato la politica fin da bambino.

È grazie al nostro segretario Andrea Santilli che mi sono convinto a entrare nella squadra. Una scelta consapevole nonostante, a livello nazionale, il Partito Democratico stia attraversando un periodo difficile. Per molti la perdita di identità, la poca vicinanza alle classi storicamente vicine alla Sinistra, ha segnato una flessione drammatica.

Se facessi parte della prossima maggioranza, quale punto affronteresti per primo?

Affronterei subito i problemi che sono sotto gli occhi di tutti: la questione infrastrutturale legata alla carenza di illuminazione di alcuni quartieri e, soprattutto, la viabilità. Le buche, la poca sicurezza stradale dovuta a mancata manutenzione e incuria da anni. Anche il decoro urbano è una delle tematiche alle quali darei la massima priorità. Un ambiente pulito e curato diventa facilmente punto di ritrovo e di aggregazione. Purtroppo in questi anni la manutenzione ordinaria si è trasformata in una emergenza straordinaria.

Come volontario del Comitato Genitori del tuo quartiere, c’è un tema che più degli altri merita attenzione?

Vorrei sollevare l’attenzione sulla scuola. L’asilo, la scuola elementare e la scuola media sono completamente abbandonate. La scuola è un bene fondamentale per tutti noi e per la crescita dei nostri figli, futuri genitori e cittadini consapevoli di questa città. 

L’asilo in particolare, è una struttura ben realizzata ma la manutenzione ordinaria, come il taglio dell’erba, è lasciato completamente alla cura di noi genitori. L’apertura dell’anno scolastico quest’anno è stata addirittura rimandata per allagamento. 

Insomma mancano i servizi basilari. Una cosa inaccettabile.

Vogliamo anche parlare del Centro Polivalente chiuso?

Manca poi un presidio della Polizia Municipale.

Insomma, ormai San Valentino è diventato un quartiere dormitorio. I bar, tre, sono gli unici punti di ritrovo.

Diciamo che non vedo una questione ‘più urgente delle altre’. Le questioni ordinarie sono diventate straordinarie: taglio dell’erba, cambio delle luci al Parco. L’ho vissuto molto il Parco Giovanni Paolo II, anche insieme ai miei figli. Era sempre molto frequentato dalle famiglie. Vederlo ridotto in queste condizioni di incuria, a distanza di pochi anni, dispiace veramente. Ormai è un luogo deserto. Considerando che il Quartiere ormai conta quasi diecimila abitanti, direi che è una grave perdita per tutta la comunità.

I motivi della tua candidatura. Mi candido perché…?

Parte tutto dalla rabbia nel vedere Cisterna ridotta nel degrado. L’impossibilità per i nostri bambini di frequentare la scuola per ritardi dovuti all’allargamento. Lo scandalo della precedente Amministrazione.

Ecco, tutto questo mi ha dato la consapevolezza di dover partecipare attivamente al cambiamento di questa Città. Bisogna provare a cambiare, dobbiamo riuscirci perché abbiamo raggiunto il punto di non ritorno.

Nella vita non puoi stare sempre ai margini e giudicare o lamentarti delle azioni degli altri. Devi metterti in gioco tu stesso e cambiare le cose. 

Sono felice di questa scelta. L’ho voluta fortemente.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici”, quali i cookie di navigazione o sessione, quelli di funzionalità e quelli analitici.

Specificatamente, vengono utilizzati cookie di navigazione o sessione , diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito. Il sito utilizza il servizio esterno Google Analytics, i dati saranno usati da Google esclusivamente in forma aggregata ed anonima. Non sono presenti cookie di profilazione. I dati degli utenti non sono in alcun modo venduti, scambiati, inviati ad altri soggetti terzi, internamente e al di fuori della Comunità Europea.

Si informa inoltre come che è diritto dell’interessato quella di richiedere in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza di dati personali, di conoscerne il contenuto, l’origine e le modalità di trattamento, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, la cancellazione o la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge. All'interessato è riservata la facoltà di opporsi al trattamento dei dati personali e di conoscere in ogni momento il titolare del trattamento degli stessi. I dati trattati in forma anonima saranno conservati il tempo necessario per produrre statistiche con Google Analytics nei tempi di conservazione previsti dal suddetto servizio.

Nel caso di non accettazione dell'informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 del GDPR - Regolamento UE 2016/679, l'interessato non potrà accedere alla navigazione del sito internet.

Seguici su Facebook