Pamela Simione: ” Senso civico, passione e partecipazione per questa città”

Classe 1980. Sposata e madre di due figli. Per anni lavora come progettista tecnica parallelamente agli studi che la portano alla laurea in Architettura. Oggi libera professionista, coltiva da sempre l’attenzione per il sociale. All’età di venti anni inizia la sua attività associazionistica volta alla promozione culturale e artistica sul e del territorio. Da sempre opera come volontaria, in contesti diversi, a supporto delle categorie più deboli. E’ co-fondatrice del Comitato per la tutela e la salvaguardia del convento di Sant’Antonio Abate” e da due anni è coordinatrice e attivista politica del Partito Democratico nonché Responsabile della Comunicazione nella Segreteria locale.

Perché in questo momento storico hai scelto di candidarti per il Partito Democratico, qual è stata la leva che ti ha convinto definitivamente?

La mia candidatura nasce in continuità al mio attivismo politico degli ultimi due anni ed ha l’obiettivo di portare in Consiglio Comunale i valori e la sensibilità che questo Partito ha per il suo territorio.

Io non demonizzo la politica, ho sempre avuto una visione positiva della politica, della sua capacità di programmare e di proiettare le istanze dei cittadini in una visione di città migliore. La politica è fatta di attivismo, di volontà di incidere positivamente sul corso degli eventi e della determinazione di cittadini normalissimi che s’impegnano per puro senso civico.

Mi sono messa in gioco come una cittadina qualunque. Ho avuto la possibilità di farlo, tutti noi la possiamo avere, e per me è stata anche l’occasione di trasmettere questo messaggio agli altri.  Per tutto questo e perché conosco il nostro territorio, dal punto di vista culturale, sociale e ambientale ho deciso di concorrere alle prossime amministrative con l’umiltà di voler imparare molto e la presunzione di poter dare altrettanto. 

Se facessi parte della prossima maggioranza, dopo le imminenti Amministrative, quale punto affronteresti per primo?

Non mi concentrerei su un argomento in particolare. L’idea è di portare un nuovo modo di approcciare alla gestione della cosa pubblica, un approccio sistemico, che preveda tanti piccoli interventi, più che roboanti promesse, nonché la costruzione delle premesse necessarie affinché anche i grandi temi trovino soluzione.

Si deve ripartire subito da soluzioni logistiche a costo zero, dalle strutture esistenti, sostanzialmente pronte, come il Centro Polivalente o lo Stadio Bartolani, dal decoro della città. Piccole azioni che, passo dopo passo, attraverso un’attenta programmazione, faranno rinascere la città.

Vanno affrontati anche i grandi temi: il cinema, le buche, il mulino. Ma l’approccio deve essere diverso. Dobbiamo creare le condizioni per la realizzazione delle opere, intercettare le occasioni che consentano di accelerarne i tempi di realizzazione, quali ad esempio i bandi europei. Dobbiamo essere realistici ma fortemente determinati utilizzando al massimo le nostre capacità se pur frenate dal bilancio e dal patto di stabilità.

L’Associazionismo è stato ed è tuttora uno dei tuoi maggiori interessi. Come ritieni possa incidere nelle dinamiche cittadine? E come un’Amministrazione dovrebbe approcciare all’Associazionismo?

Il nostro territorio brulica di Associazioni e di Comitati. 

Le Associazioni sono un grande patrimonio da accompagnare e tutelare. Il ruolo dell’Associazionismo nel tessuto cittadino è fondamentale e va incoraggiato. Un’Amministrazione lungimirante deve saper promuovere un dialogo con e tra le Associazioni, per permettere alle stesse la realizzazione di obiettivi di promozione culturale che l’Amministrazione pubblica da sola non può raggiungere.

Per le Associazioni Onlus, che vivono di volontariato, prive del prezioso sostegno economico provinciale e regionale, deve essere prevista una maggiore attenzione e cura. Queste sono strutture che vanno coccolate e ringraziate per l’operato che svolgono sul territorio dando concrete risposte e servizi ai cittadini. Per loro e per chi le aiuta, devono essere previsti sgravi da oneri e spese comunali.

Per finire vorrei ricordare che Cisterna di Latina è stata tra i primi Comuni a sottoscrivere l’”Agenda 21”, il documento per eccellenza a trattare di sostenibilità e partecipazione. Coinvolgiamo nell’azione amministrativa i Comitati locali, i Comitati di quartiere, creiamo Consulte di cittadini che operano a stretto contatto con l’Amministrazione comunale.

Riavviciniamo i Cittadini al vero spirito della politica. Quella sana. Quella che sa donare speranza.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il Sito utilizza esclusivamente cookie “tecnici”, quali i cookie di navigazione o sessione, quelli di funzionalità e quelli analitici.

Specificatamente, vengono utilizzati cookie di navigazione o sessione , diretti a garantire la normale navigazione e fruizione del sito web, e quindi finalizzati a rendere funzionale ed ottimizzare la stessa navigazione all’interno del sito. Il sito utilizza il servizio esterno Google Analytics, i dati saranno usati da Google esclusivamente in forma aggregata ed anonima. Non sono presenti cookie di profilazione. I dati degli utenti non sono in alcun modo venduti, scambiati, inviati ad altri soggetti terzi, internamente e al di fuori della Comunità Europea.

Si informa inoltre come che è diritto dell’interessato quella di richiedere in qualsiasi momento la conferma dell’esistenza di dati personali, di conoscerne il contenuto, l’origine e le modalità di trattamento, di chiederne l’aggiornamento, la rettifica, la cancellazione o la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge. All'interessato è riservata la facoltà di opporsi al trattamento dei dati personali e di conoscere in ogni momento il titolare del trattamento degli stessi. I dati trattati in forma anonima saranno conservati il tempo necessario per produrre statistiche con Google Analytics nei tempi di conservazione previsti dal suddetto servizio.

Nel caso di non accettazione dell'informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 del GDPR - Regolamento UE 2016/679, l'interessato non potrà accedere alla navigazione del sito internet.

Seguici su Facebook